• Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size
  • default color
  • color1 color
  • color2 color
  • color3 color

ESPERIENZA

Carangelo Costruzioni, opera nel settore edile dal 1989 offrendo alla propria clientela una lunga esperienza.

PROFESSIONALITA’

L’impresa dispone di uno staff tecnico ed amministrativo specializzato, in grado di dar forma ad ogni idea del cliente.

INNOVAZIONE E TECNOLOGIA

Sempre attenta e pronta alle innovazioni del settore, l’impresa opera con processi e metodi in costante aggiornamento

JOB

L’impresa realizza opere pubbliche, private, stradali e appartamenti chiavi in mano.

L'impianto di riciclaggio materiali inerti

L'impianto nel suo complesso sarà dotato di una stazione di entrata ove viene effettuato un primo controllo di qualità sul materiale di risulta in arrivo; di una pesa ed in questa fase saranno effettuati gli adempimenti amministrativi occorrenti (formulari e identificazione dei rifiuto/fatture ecc.); verrà predisposta un'area di stoccaggio temporaneo presso la quale è possibile già suddividere i materiali in arrivo aventi caratteristiche simili; in tale fase avviene la selezione manuale della frazione leggera del materiale in arrivo, che in genere è bassissima .

Il materiale da frantumare verrà reperito all'esterno della cava , presso altri cantieri , nelle vicinanze dei quali saranno posizionati una serie di cassoni, da riempire con gli scarti di lavorazione riutilizzabili e normalmente destinati a discarica, ed una volta riempiti con il materiale di risulta delle costruzioni, i contenitori saranno caricati sul camion e trasportati all'interno dell'unità produttiva per la frantumazione del materiale; in base alla normativa vigente, peraltro, chiunque, sia autorità pubbliche, che privati, dovranno obbligatoriamente conferire il materiale in tale centro.

Gli inerti recuperati, caricati sul camion, trasportati all'interno della cava, verranno immessi nel processo di frantumazione che inizia con il rilascio di tale materiale in una vasca di carico, passerà dal frantoio primario a martelli con frantumazione ad urto; un nastro trasportatore porterà il prodotto così ottenuto fino al vaglio vibrante che sarà opportunamente regolato per ottenere le ampiezze di vibrazione dal quale ne uscirà frantumato secondo diverse finezze (pezzature); si formeranno dei cumuli e verrà separato il ferro di armatura presente mediante un deferizzatore o manualmente.